La Storia - Rocca di San Giorgio

 

Ottimo esempio di villa-fortilizio, la Rocca di San Giorgio Piacentino, attribuita all’architetto Vignola, fu realizzata alla fine del XVI secolo da Alessandro Anguissola del ramo di San Giorgio. Estinta la famiglia Anguissola, la Rocca di San Giorgio passò nel 1637 al Marchese Fabio Scotti di Castelbosco, Conte di San Giorgio, che dopo lunghi lavori la destinò a dimora estiva. Nel 1762 il Conte Paolo Scotti racchiuse la Rocca con un muro di cinta circondandola di uno stupendo parco popolato di daini e di cervi. Nel 1820, alla morte del Conte Paolo Scotti, la figlia Clelia portò la Rocca in dote al Conte Ferdinando Negri della Torre. La figlia Maria Negri della Torre, a sua volta, la portò in dote al Conte Guido Gazzola di Settima.

La Rocca di San Giorgio è abitata ancora oggi dalla famiglia Gazzola: Paola con i figli Leonardo e Matteo

 

E' possibile conoscere la storia approfondita, ricca di racconti e aneddoti, prenotando una visita guidata. 

Apertura ogni prima e terza domenica del mese dalle 10.00 alle 12.00 da aprile a settembre, su prenotazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 

                                                                                                                        

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione